Il colesterolo alto, o ipercolesterolemia, è uno tra i principali fattori di rischio delle malattie cardiovascolari e costituisce un problema più che mai attuale. I dati mostrano, infatti, che un adulto su tre ne soffre, mettendo in serio pericolo la propria salute e la stessa sopravvivenza.

Ipercolesterolemia: le cause

Sono vari i fattori di rischio che possono contribuire alla presenza di livelli alti di colesterolo nel sangue. Tra i principali si riscontra l’alimentazione, a causa del consumo di cibi eccessivamente calorici o ricchi di acidi grassi saturi e idrogenati. L’elenco dei fattori che incidono sull’ipercolesterolemia include anche il sovrappeso, l’obesità, la scarsa attività fisica e la presenza di patologie pre-esistenti, come diabete, ipotiroidismo, malattie renali e del fegato. Esiste anche una componente genetica: alcune persone sono predisposte a sviluppare ipercolesterolemia e possono quindi evidenziare problemi cardiaci fin da giovani. Il cosiddetto colesterolo cattivo, inoltre, tende ad aumentare con l’età, in special modo tra le donne.

Colesterolo alto: i rimedi

La prima accortezza per tenere a bada il colesterolo è agire sull’alimentazione. Sono da bandire i cibi contenenti acidi grassi idrogenati, che si trovano nelle pietanze fritte, nella margarina e spesso nei prodotti da forno confezionati. Va inoltre limitata l’assunzione di insaccati, carni grasse e oli tropicali, poiché contengono elevate quantità di grassi saturi. Largo spazio, invece, va dato alle fibre e ai cibi contenenti Omega 3 e Omega 6. A tavola non devono perciò mancare pesce azzurro, legumi, frutta, verdura e olio extra vergine d’oliva come condimento.
L’attività fisica rappresenta un ulteriore toccasana nella lotta all’ipercolesterolemia. Gli sport aerobici sono l’ideale. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di praticare almeno 150 minuti a settimana di nuoto, ciclismo, corsa leggera o jogging, suddividendo gli esercizi in sessioni della durata di venti minuti al giorno.
Su prescrizione del proprio medico curante si può anche ricorrere all’assunzione di integratori specifici, disponibili in farmacia.

Prevenzione in primo piano

Generalmente l’ipercolesterolemia non genera alcun sintomo. Spesso la persona che ne è soggetta non sa neanche di avere i parametri superiori agli standard ottimali e non è perciò consapevole di essere esposta a seri rischi cardiovascolari. In quest’ottica, la prevenzione risulta la strategia principale ed essenziale per mantenere il colesterolo entro i livelli consigliati. Oltre a seguire gli accorgimenti precedentemente descritti, è raccomandabile un monitoraggio costante dei parametri, sottoponendosi a controlli periodici.
Ricordiamo che nella gamma di servizi disponibili presso la nostra farmacia, c’è anche l’autoanalisi del colesterolo. Veniteci a trovare per ricevere maggiori informazioni.

Photo by Sander Dalhuisen on Unsplash